Menu Principale

 

(Cuneo) PREZZO LATTE CRUDO: PER LA CIA AUMENTANO I COSTI DI PRODUZIONE NEGLI ALLEVAMENTI MA GLI INDUSTRIALI FANNO ORECCHIE DA MERCANTE


(Cuneo) PREZZO LATTE CRUDO: PER LA CIA AUMENTANO I COSTI DI PRODUZIUONE NEGLI ALLEVAMENTI MA GLI INDUSTRIALI FANNO ORECCHIE DA MERCANTE

Secondol'indice dei mezzi correnti di produzione elaborato dall'Ismea l'aggravio degli oneri a carico degli allevamenti da latte nei primi nove mesi del 2012 risulta del 2,5% che fa seguito al rincaro medio dei fattori produttivi del 9,5% nello scorso anno.

Le esportazioni, però, continuano a correre ( + 5,7% per formaggi e latticini) nei primi sette mesi del 2012, sia in volume che in valore.
Eppure gli industriali del latte piemontesi continuano a rifiutarsi di sedersi al tavolo della trattativa per il prezzo agli allevatori rilevando che non ci sono condizioni oggettive per pagare un po’ di più il latte ai produttori, consentendo loro di pareggiare almeno il costo di produzione.

La Cia di Cuneo segnala da tempo che il vaso è colmo, la situazione di grave sofferenza economica degli allevatori non potrà durare ancora molto. "E’ l’ora di riprendere la trattativa, è l’ora che gli industriali lattiero-caseari piemontesi diano prova di un’assunzione di responsabilità, tanto più che i dati Ismea illustrano chiaramente che la situazione è favorevole per il comparto e che, di conseguenza, è il momento di redistribuire equamente il valore lungo la filiera".

Share