Menu Principale

 

(Firenze) PERCHE' SPARISCE IL LATTE DI ALTA QUALITA' DAGLI SCAFFALI DEI SUPERMERCATI?

Secondo "Il Fatto Alimentare" dietro lo spreco del latte ritirato dagli scaffali prima della scadenza ci sarebbe l'interessa dei supermercati a vendere il latte con il proprio marchio al posto del latte di marca.

"In Italia milioni di litri di latte fresco di alta qualità, ancora in ottime condizioni di conservazione, vengono destinati all'alimentazione animale, finiscono in discarica e solo in parte vengono recuperati da alcune onlus. Si tratta di uno spreco assurdo: stiamo parlando del migliore latte in commercio ritirato dagli scaffali due-tre giorni prima della scadenza perché, secondo i responsabili dei supermercati, i consumatori non lo comprerebbero."

"La questione merita attenzione perché molti supermercati e ipermercati promuovono la vendita del latte fresco con il loro marchio che costa il 20-30% in meno, e rendono meno visibile quello di marca utilizzato come riserva. In questo modo il latte con il marchio del supermercato finisce sempre, mentre l'altro resta sino a tarda sera sugli scaffali."

(all'articolo de Il Fatto Alimentare)

Share

(Milano) PREZZO DEL LATTE: BOLLE LA PROTESTA

prezzo lombardiaNei giorni scorsi un presidio dei produttori di latte di Lombardia Latte e Aintprolaca. aveva protestato davanti allo stabilimento Invernizzi di Italatte in viale Europa a Caravaggio.

Nei giorni successivi oltre cento trattori sono partiti da lì per raggiungere Albano San Alessandro alla volta della sede Lactis, simbolo della protesta e vero dominus del latte nazionale a cui viene attribuita la rigidità della parte industriale: di fatto il prezzo di riferimento per il mercato del latte viene fissato dall’azienda con Lactalis.

Il prezzo del latte formalmente riconosciuto alla stalla è attualmente di 38 centesimi al litro ed è rimasto invariato nonostante l’accordo sia scaduto lo scorso 30 settembre.

La richiesta minima dei produttori è che si aggiri intorno ai 42 centesimi al litro.

Share

(Roma) IL LATTE FRESCO UCCISO DALLA GRANDE DISTRIBUZIONE

autocisterna“ I supermercati, per ragioni di magazzino, hanno via via, con il tempo, preferito sacrificare il latte fresco, che scadeva dopo qualche giorno, per sostituirlo, sempre con incidenza maggiore, con il prodotto di lunga conservazione, sterilizzato. In questi tempi di crisi, più che mai, dal momento che i consumatori con meno capacità di spesa hanno finito con l'orientarsi verso quel latte che costa meno. Anche se quel latte che sembra un po' annacquato, ha un appeal al gusto meno gratificante , con proprietà organolettiche inferiori rispetto al "fresco" che, per mantenerle, ha subito solo un blando processo di pastorizzazione. Chiunque di noi, entrando in un supermercato, può verificare quanto stiamo considerando. Calcolare quanti sono i quantitativi dei due tipi di latte esposti e magari scoprire che quello a lunga conservazione è stipato fuori dai frigoriferi, perché non risente di una temperatura più elevata rispetto all'altro che esige, per una corretta conservazione e per non andare a male, di essere garantito da un termometro di +6 gradi centigradi.“

(all’articolo di Roma Today)

Share

(Roma) IL MINISTRO CATANIA INVITA A RISPETTARE LE QUOTE

MinistroCatania''Faccio un appello a tutti i produttori affinche' si mantengano all'interno delle quote produttive previste dalla Ue, quest'anno stiamo infatti andando fuori quota, con il rischio di pagare pesanti multe''.

E' l'invito che giunge dal ministro delle politiche agricole Mario Catania che riguardo al pagamento delle multe arretrate dice di ''sperare che gli allevatori che hanno dei problemi aderiscano alla rateizzazione che e' la via piu' corretta per reinserirsi in un quadro di legalita'''.

La riscossione delle multe sulle quote latte e' in questo momento relativamente rallentata da interventi legislativi fatti ancora fino al 2011 che hanno lasciato quadro legislativo non organico. La questione dovrebbe concludersi con la disposizione sulla riscossione prevista nella legge di stabilita'.

Share

(Bruxelles) COPAGRI CONTRO LE QUOTE LATTE

Roberto Cavaliere, responsabile nazionale settore latte di Copagri, a margine della manifestazione tenuta ieri davanti al Parlamento Europeo, ha dichiarato: '''Abbiamo voluto scatenare l'attacco al Parlamento Ue per far capire la colpevolezza che hanno nel rimanere assenti di fronte al collasso del settore lattiero-caseario europeo''

''Dalla Finlandia all'Italia nessuno riesce a coprire i costi di produzione: cio' rende di fatto impossibile produrre latte nella Ue''.

Secondo le stime delle associazioni di categoria produrre un litro di latte nel nord Europa costa 0,40 euro e 0,50 nel sud, a fronte di un prezzo di acquisto di 30 centesimi a nord e di 37-38 centesimi nel sud.

Share

(Roma) INCONTRO AL MINISTERO: SUL LATTE APRIRE IL CONFRONTO CON L'INDUSTRIA

MinistroCataniaIntraprendere al piu' presto un confronto con i rappresentanti dell'industria di trasformazione del latte. E' quanto ha concordato nell'incontro di ieri il ministro delle politiche agricole, Mario Catania, con le organizzazioni di rappresentanza degli agricoltori incontrate in via XX Settembre.

Obiettivo della riunione e' esaminare le problematiche inerenti il settore del latte e la situazione degli allevatori.

Share

(Firenze) ZOOTECNIA MUGELLANA IN LUTTO

(Firenze) ZOOTECNIA MUGELLANA IN LUTTO    
Il cordoglio della Cooperativa Granducato


La Cooperativa Produttori Latte Granducato è costernata per l’improvvisa e tragica scomparsa dell’amico e collaboratore Vittorio Tagliaferri

Allevatore assieme al fratello Ulisse, socio storico della APL Granducato, per fronteggiare le ristrettezze economiche di quel tempo, ormai molti anni fa, aveva avviato una attività di trasporto e di raccolta del latte dagli allevamenti dell’Appennino verso la Centrale del Latte di Firenze per poi allargare il campo di attività ad altri trasporti non ultimo quello della pietra serena di Firenzuola. Da qualche anno si dedicava al coordinamento delle molteplici attività economiche che lo avevano visto promotore accorto e capace lasciando ai nipoti l’incombenza della gestione pratica degli affari.

Ieri pomeriggio per una tragica fatalità è stato investito da un ritorno di fiamma proveniente dal suo veicolo rimasto in panne decedendo per le ustioni, nonostante la prontezza dei soccorsi, qualche ora dopo.

Gli allevatori, la Cooperativa, con i suoi dirigenti e dipendenti, piangono la scomparsa dell’amico di antica data e dell’instancabile collaboratore stringendosi alla famiglia nella preghiera.

Share

Altri articoli...

  1. (Firenze) ASSEGNAZIONE QUOTE LATTE PER LA CAMPAGNA 2013/14. DECRETO N.5325 DEL 19/11/2012.
  2. (Milano) ELIAS (REGIONE LOMBARDIA): AZIENDE A RISCHIO MULTA LATTE
  3. (Roma) PREZZO DEL LATTE: IL MINISTRO CATANIA CONVOCA UNA RIUNIONE
  4. (Firenze) PROFILASSI DEL CARBONCHIO EMATICO. MODIFICA DELL'ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N.1 DEL 14 OTTOBRE 2008
  5. (Milano) PREZZO DEL LATTE: GLI INDUSTRIALI LOMBARDI RIFIUTANO LA REVISIONE
  6. (FIRENZE) DECRETO 7 NOVEMBRE 2012 - INAPPLICABILITA' DELLA PROCEDURA DI CUI ALL'ART. 72, PAR. 2 DEL REG (CE) N.1234/2007
  7. (Milano) PREZZO DEL LATTE: ALLEVATORI INDIGNATI CONTRO LA LOBBY INDUSTRIALE
  8. (Borgo San Lorenzo) PREZZO DEL LATTE: RIUNIONE DEGLI ALLEVATORI DEL MUGELLO
  9. (Trento) CRISI DI MERCATO: LA UIL CRITICA LA GESTIONE DI LATTE TRENTO
  10. (Udine) AFLATOSSINE: CONTROLLI ANCHE SUL LATTE FRIULANO
  11. (Taranto) LA CENTRALE NON PAGA E GLI ALLEVATORI STOPPANO LE FORNITURE
  12. (Cuneo) PREZZO LATTE CRUDO: PER LA CIA AUMENTANO I COSTI DI PRODUZIONE NEGLI ALLEVAMENTI MA GLI INDUSTRIALI FANNO ORECCHIE DA MERCANTE
  13. (Firenze) AL VIA GLI ANTICIPI P.A.C. IN TOSCANA
  14. (Cremona) IN 80.000 DECRETANO IL SUCCESSO DELLA MOSTRA INTERNAZIONALE DEL BOVINO DA LATTE
  15. (Roma) AGEA E QUOTE LATTE: IL QUOTIDIANO ON LINE “L’INDIPENDENSA” ESPRIME DUBBI SUI RAPPORTI CON LA LEGA
  16. (Firenze) IL LATTE DEL MUGELLO DIVENTA PROTAGONISTA A CENA
  17. AFLATOSSINE: RIUNIONE A ROMA PER IL MAIS VENETO
  18. (Verona) PER FIERAGRICOLA IL PACCHETTO LATTE STABILIZZERA' IL PREZZO
  19. (Roma) QUOTE LATTE 2011-12: NESSUNA MULTA IN ITALIA
  20. (Roma) MENO REDDITO DAGLI ALLEVAMENTI DA LATTE